Terios Club Italia
 

Istruzioni per leggere il Roadbook

INDIETRO


Il roadbook, letteralmente dall’inglese “libro della strada”, è uno dei più utili e diffusi strumenti di navigazione adottati dai motociclisti e dagli automobilisti amanti delle escursioni offroad. Fornisce preziose indicazioni sulla giusta direzione da seguire, sulle caratteristiche del percorso da affrontare ed altri importanti suggerimenti che permettono di adeguare lo stile di guida alle varie situazioni che si andranno ad incontrare lungo il tragitto.La struttura classica del roadbook prevede una tabella con diverse colonne, seguono due esempi, riportanti da sinistra a destra:

  1. Il numero progressivo delle note (ogni riga della tabella corrisponde ad una nota); Il chilometraggio parziale rispetto alla nota precedente; Il chilometraggio totale (strada percorsa dalla prima nota o dall’indicazione di azzeramento del contachilometri); L’indicazione in formato grafico sulla giusta direzione da seguire (si legge dal basso verso l’alto, con il veicolo che percorre idealmente la linea che parte dall’estremità inferiore verso la punta della freccia. Le strade barrate non sono da seguire). Completano la grafica eventualmente alcuni riferimenti utili ad identificare con certezza il luogo descritto (piante, casolari, laghetti, ecc…) o di carattere turistico (punti manoramici, aree pic-nic); Una descrizione testuale della nota grafica, con chiare indicazioni sulla direzione da seguire, contenete simboli e/o abbreviazioni descritte nella legenda riportata di seguito;
  2. Eventuali Way Point indicanti le coordinate cartesiane come supporto alla navigazione per chi utilizza GPS

Ecco una breve legenda dei principali simboli ed abbreviazioni che potete trovare nei roadbook pubblicati.

Indicazioni sulla direzione:

IA = Inizio Asfalto
IS = Inizio Sterrato
SA = Seguire Asfalto
SS = Seguire Sterrato
SAP = Seguire Asfalto Principale
SSP = Seguire Sterrato Principale
PD = Proseguire Dritto
DX = Destra
SX = Sinistra

Indicazioni di difficoltà/pericolo:

! = Attenzione: guidare con prudenza
!! = Attenzione: situazione molto impegnativa
!!! = Attenzione: difficoltà estrema usare il massimo della cautela

In conclusione alcuni importanti consigli pratici che è meglio non sottovalutare prima di avventurarsi lungo un percorso offroad.

  • Controllate le previsioni meteo per le zone lungo le quali si snoda il tracciato; Verificate la percorribilità del tracciato rivolgendosi ai recapiti segnalati nei roadbook, opppure presso gli uffici di infomrazione turistica, i comuni, i Club 4×4 o le stazioni di polizia locale; E’ consigliabile partire sempre con il pieno di carburante, anche per itinerari di modesta lunghezza; Verificate prima di partire la pressione della ruota di scorta e la presenza dell’attrezzatura necessaria alla sostituzione; Verificate il livello del liquido lavavetro; Attrezzatura minima indispensabile anche per escursioni su percosi “facili”: una strop, due grilli, un paio di guanti, piccola pala, roncola, coltellino svizzero, una torica. Attrezzatura consigliata: Radio CB, GPS. In caso di percorsi particolarmente difficili, o di condizioni meteo avverse (fango, neve…) è indispensabile non avventurarsi da soli (minimo 2 mezzi); è consigliabile che almeno un mezzo sia dotato di verricello e la gommatura dovrà essere adeguata alle condizioni del fondo stradale.
  • Consiglio in ogni caso di affrontare i percorsi sempre almeno in coppia, e per i driver alle prime armi di affidarsi all’esperienza dei club locali in modo da affrontare nel migliore dei modi le prime uscite a bordo del proprio 4×4.

INDIETRO