Terios Club Italia - TEORIA Autoradio/Car HiFi, installazione e scelta
    Terios Club Italia
Sostieni il nostro lavoro


Terios Club Italia
Nome Utente:

Password:
 


Registrati
Salva Password
Password Dimenticata?

 

    


Menù riservato agli utenti registrati - Registrati  




 Tutti i Forum
 Modifiche, personalizzazioni, allestimenti, TUNING
 ... AUTORADIO, GPS, ricetrasmittenti, CB ...
 TEORIA Autoradio/Car HiFi, installazione e scelta
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:


Tutti gli utenti possono inserire NUOVE discussioni in questo forum Tutti gli utenti possono rispondere in questo forum
  Bookmark this Topic  
Autore Discussione  

Simohatsu
T.T.S.


Direzione TCI



Inserito il - 21/11/2009 : 16:36:28  Link diretto a questa discussione
Riporto dal vecchio forum ( QUI )
Tread aperto il 30 Sett 2008 alle 0:00

SottoTerios ha scritto: Ecco una introduzione dei vari termini/specifiche che si possono leggere dai manuali:
http://officineacustiche.wordpress....-sceglierla/
.. e anche da qui (anche se applicati ad una scheda audio PC): http://www.professionistidelsuono.n...edeAudio.asp

Ecco la spiegazione e il significato dei decibel (dB):
http://officineacustiche.wordpress..../il-decibel/
... ed ecco un glossario di termini legati al mondo dell'audio: http://www.phono.it/glossario.htm

Ecco una analisi degli amplificatori e delle loro specifiche (quindi anche x quelli integrati nelle autoradio!):
http://www.professionistidelsuono.n...ficatori.htm

Ecco un misto di "teoria chiacchierata" sugli impianti autoradio (anche amplificatori e altoparlanti!):
http://puntogtpower.forumfree.net/?t=971047
... ed un misto riassunto su acustica, altoparlanti, amplificatori, sorgenti e cavi:
http://www.ultrasound-hifi.com/Us_w...e/bugie.html

Ecco una guida MOLTO TECNICA E DETTAGLIATA sul car Hi-Fi (con tutte le nozioni tecniche da sapere!!):
http://www.carhifi-eu.com/modules.php?name=teoria

Ecco 2 link di teoria legata all'Hi-Fi e all'amplificazione:
http://www.autocostruire.it/old-sit...hile/teo.htm
http://spazioinwind.libero.it/elekt...k/ampli.html


-----------------------------------------------------------------------


Riguardo l'installazione, ecco qui la guida ai connettori ISO:
http://www.boccolucci.info/guide/co...tore_iso.asp

... ed ecco OTTIMI trucchi e consigli sui CAVI da usare + CROSSOVER:
http://www.alfasport.net/forum/topi...TOPIC_ID=730


-----------------------------------------------------------------------


Riguardo ai consigli sulla scelta dell'autoradio, ecco un pò di validi forum da consultare e "spulciare" [smilie=hate-cool.gif]:

- http://www.professionistidelsuono.n.../default.asp

- http://forum.mariohifi.it/index.php?action=forum

- http://www.carhifi-eu.com/modules.php?name=Forums

- http://www.audiocarstereo.it/VB/index.php


-----------------------------------------------------------------------


In conclusione vorrei aggiungere un estratto da un altro articolo trovato ... molto interessante!!!:

"L'amplificatore integrato

Qualsiasi amplificatore ha bisogno di molto spazio per funzionare correttamente e offrire una buona qualità audio: spazio per il raffreddamento, per i componenti dei circuiti, per il banco di livellamento, per prevenire i rumori e per isolare lo stadio di alimentazione. Tutti gli amplificatori separati sono voluminosi e necessitano di un'installazione che dia la possibilità di ottenere l'aerazione dei dissipatori, per mantenere la corretta temperatura di funzionamento.
Ogni autoradio (o quasi) integra dei finali di potenza: il tutto insieme al sintonizzatore, il lettore di CD e l'elettronica di gestione... Ma come può un amplificatore a 4 canali di buona qualità essere "compresso" in uno spazio così ridotto? Semplice, non può!
Si tratta di amplificatori di scarsa qualità, insufficiente per qualsiasi tipo di installazione. Le Case, per motivi commerciali, puntano molto sul dato della potenza massima, e non è raro vedere cataloghi con scritto, a caratteri cubitali "4x55W"; Ma questa potenza in realtà è inutilizzabile, perché la si raggiunge con un grado di distorsione inaccettabile: conta invece il dato espresso in Watt RMS, ovvero la potenza continua, che è decisamente più basso (solitamente sulla ventina di watt). Arrendiamoci dunque all'idea che le sorgenti non hanno mai potenze elevate e che la qualità del suono erogato dai finali interni è sufficiente solo per chi non ha ambizioni per il proprio impianto stereo e si accontenta del risultato base.

Fanno eccezione alla regola dei watts massimali, tutte quelle sorgenti che hanno un circuito survoltore integrato. Di fatto la ragione per cui non è possibile superare un tot di potenza con la tensione disponibile in auto, 12 volt ad auto ferma e 13,8 volt con auto in movimento, è proprio il limite imposto dalla tensione disponibile.

Direi che i finali interni potrebbero essere utilizzati solo per l'eventuale fronte posteriore, per creare "ambienza", oppure li si dovrebbe lasciare inutilizzati, a tutto vantaggio della durata della sorgente che non si troverà mai a dover fronteggiare temperature interne elevate. Le uscite RCA permettono di "saltare" l'amplificazione e trasferire il segnale audio a dei finali esterni, di qualità e potenza notevolmente superiore.
In ogni caso, non tutti puntano all'impiantone multiamplificato, per cui vediamo quali dati permettono di confrontare tra loro i finali integrati nelle autoradio:
- Potenza RMS: può essere espressa a 12 o 13.8-14,1 Volt di tensione. Dati simili a voltaggi differenti non possono essere considerati uguali: quello espresso al minor voltaggio è sempre più elevato (es: 18W a 12V sono molto più che 18W a 14.4V). Basandosi su questa semplice constatazione, è possibile individuare l'amplificatore in grado di erogare la potenza maggiore.
- Rapporto S/N: dà un'idea della bontà dell'amplificazione, ma può essere misurato con vari sistemi, il che compromette il confronto. In ogni caso, più questo valore è alto e maggiore sarà la qualità del finale.

Per i nostri scopi, più che l'amplificazione, è notevolmente più importante la preamplificazione: il voltaggio delle uscite RCA è un dato molto importante, che deve essere pari ad almeno 2V. Sono sempre più diffuse le uscite a 4V: dato che il segnale risente meno delle interferenze dell'impianto elettrico dell'auto, si ottiene un vantaggio che solo chi ha avuto a che fare con i tipici ronzii nei tweeter può apprezzare. In realtà, un segnale a minor voltaggio può avere una qualità superiore, ma trasferirlo agli amplificatori con un cavo da almeno 3-4 metri può porre problemi che superano di gran lunga il vantaggio iniziale.

La gestione del segnale

Tra le funzioni più interessanti di ogni sorgente, la regolazione del suono è quella che più viene curata dalle Case, che offrono una possibilità sempre maggiore di controllo delle varie frequenze.
E' emblematica l'insistenza nella progettazione di nuove funzioni di enfatizzazione dei bassi (contraddistinte da sigle spesso ridicole), e la diffusa scarsa presenza di regolazioni dei medi! Purtroppo il mercato segue le tendenze, e la voglia di bassi è una costante tra gli acquirenti;
Gli impianti con una taratura magistrale sfruttano il suono puro, con ogni regolazione a zero, "loud" compreso: chi non può permettersi il costo di questi lavori da manuale, o non vuole comunque investire milioni nell'impianto, si trova ad aver bisogno di modificare il suono per ottenere un maggior equilibrio o per avvicinarlo "forzatamente" ai propri gusti personali.
I gruppi di funzioni che più tornano utili sono:
Gestione del sub: inutile perdersi in sigle, diverse per ogni Casa, la sostanza è sempre la stessa: poter regolare l'enfasi o l'attenuazione delle frequenze più basse. Specie nelle autoradio con uscita sub, la funzione si rivela interessante: l'ideale è avere la possibilità di spostare la frequenza di taglio e di regolare separatamente la presenza dei 50 e 80Hz. Le sorgenti con un'equalizzazione fine sono poche e costose: decidete voi se ne vale la pena.
Gestione della curva di equalizzazione: è facilissimo perdersi in queste regolazioni, ma con un po' di pratica si può trovare l'impostazione che più si avvicina ai nostri gusti musicali. Mi fanno molta paura gli equalizzatori a 30 bande (il mio, da 9, a volte già mi mette in crisi), meglio investire nei crossover personalizzati che spendere centinaia di euro per ottenere questa funzione! Le sorgenti con 5-7 bande regolabili offrono già una discreta possibilità di personalizzazione; senza esagerare, ovviamente.
DSP: la sigla indica la presenza di un processore sonoro digitale, un'elettronica in grado di creare ambienti fittizi, ampliare la separazione dei canali, gestire i riverberi ecc, esattamente come fa un PC con una buona scheda audio. Diciamolo subito: è una chicca a cui si può benissimo rinunciare, e tra l'altro è molto criticata dai cultori del Car Hi-Fi perché scombina la taratura dell'impianto e altera il suono. Se ciò che cercate è un impianto in grado di "stupire con effetti speciali", oppure amate la ricostruzione sonora di ambienti molto grandi, si tratta invece della funzione per voi.

Tenete presente che l'equalizzazione, la gestione del sub e l'elaborazione del suono sono funzioni che possono essere svolte anche da elettroniche separate, che nella maggior parte dei casi offrono una qualità e una possibilità di regolazioni ben superiori. Fate bene i conti...
"


-----------------------------------------------------------------------


... beh ... ora buona scelta e acquisto a tutti!!! [smilie=hate-wink.gif]










Modificato da - Simohatsu in Data 21/11/2009 16:37:54

 Firma di Simohatsu 

>> http://www.youtube.com/user/Simohatsu <<
Terios SX 1°Serie del 2004 (J102) Verde
Protezione Motore/Cambio by G-FORCE
Protezione Serbatoio by BestPerformance
Olio Differenziali Anteriore+Posteriore: Roloil Variax-EP/80w90 + Synt. Gearlube
Olio Cambio/Ripartitore: Motul Motylgear 75w90 + Synt. Gearlube
Olio Motore: Mobil1 5W-50 + Synt. ET & Protector
Candele: Denso Iridium Power IK20 GAP1.0
Filtro Aria Colombo Tecnifilter
Lampadine: KIT Philips EcoVision
Pneus: Yokohama Geolandar A/T-S G012
Grounding

 Regione Toscana  ~ Prov.: Lucca  ~ Città: Seravezza (LU)  ~  Messaggi: 3414  ~  Membro dal: 15/09/2009  ~  Ultima visita: 03/11/2015
  Discussione  
  Bookmark this Topic  
 
Vai a:

Herniasurgery.it | Snitz.it | Crediti Snitz Forums 2000
Questa pagina è stata generata in 0,36 secondi.